Nuova intervista su “Gli Dei Baltici della Bibbia”

Ecco una nuova intervista su “Gli dei Baltici della Bibbia” l’ultimo libro di Mauro Biglino scritto insieme a Cinzia Mele.

L’articolo ad opera di Sabrina Pieragostini è stato pubblicato sul blog Extremamente.

Ecco un estratto 👇

Dal rovente deserto africano alle fredde terre scandinave. Dai lidi mediterranei ai fiordi nordici.

È un mondo alla rovescia, o per lo meno capovolto, quello prospettato dall’ultimo libro di Mauro Biglino scritto insieme a Cinzia Mele. Già il titolo stupisce: Gli dèi baltici della Bibbia– L’Israele che non ti aspetti.

La lettura non è da meno, perché l’ipotesi esposta dai due autori è proprio questa: le vicende narrate nell’Antico Testamento non sarebbero ambientate dove tutti noi pensiamo- tra l’Egitto e il Medioriente– ma molto, molto più a nord, tra Finlandia, Norvegia, Svezia e Danimarca.

Come ci racconta Cinzia Mele, il punto di partenza è stata la sua scoperta, avvenuta per caso, di due zone boschive in territorio finlandese dal nome quanto meno insolito-Sodoma e Gomorra: «Con i loro nomi così “fuori contesto”, hanno suscitato in me la curiosità di conoscere il motivo per cui qualcuno avesse chiamato così quei luoghi.  Per avere chiarimenti in merito, a suo tempo presi contatti con l’istituto di toponomastica finlandese secondo il quale, pur non avendo alcuna notizia sui tempi e sugli artefici di tale stranezza, la denominazione di Sodoma e Gomorra è ispirata alla Bibbia».

Ma le sorprese erano appena all’inizio, perché uno dopo l’altro sono spuntati altri toponimi identici o molto simili a quelli presenti nella Bibbia.

«Cito a titolo di esempio il fiume Giordano, la valle del Giordano, il deserto del Sinai, il fiume Kidron, il fiume Nilo… successivamente l’ area di interesse si è allargata a tutti i territori che si affacciano sul mar Baltico dove analogamente si palesavano luoghi geografici “gemelli” di quelli mediterraneo-mediorientali», continua la Mele. Di fronte a questi parallelismi stupefacenti, ha ampliato la sua ricerca prendendo in esame le opere degli storici antichi- Plinio il Vecchio, Tacito, Diodoro Siculo- ma anche la mitologia norrena, incrociando poi questi dati con quelli emersi dagli scavi archeologici e dagli studi genetici. Il quadro che è emerso è stato così sorprendente per lei- che di professione è un sottoufficiale della Polizia di Stato- da indurla a chiedere un parere ad uno che di Bibbia e di scenari poco ortodossi è sicuramente esperto: Mauro Biglino.

Continua a leggere