Una previsione di Mauro Biglino

Eccoci rientrati, MauroBiglino.it riprende l’attività a pieno ritmo e iniziamo subito con una nuova riflessione dell’autore!

Azzardo una previsione.

Nei prossimi decenni verranno progressivamente abbandonate le visioni prodotte dal cristianesimo cattolico e protestante che hanno sempre voluto (im)porre una artificiosa distinzione tra popoli monoteisti (quindi per definizione intellettualmente e spiritualmente evoluti) e popoli politeisti (quindi pagani, arretrati, primitivi, privi di conoscenza e dunque vittime di volgari e infantili superstizioni) che adoravano idoli di pietra.
Sono certo che nel prossimo futuro si arriverà a capire che i popoli antichi servivano ‘veramente’ tanti e diversi governatori che sono stati trasformati in dèì e demoni (idoli inerti) dal sacerdozio giudaico gerosolimitano dopo l’esilio babilonese e poi dalla teologia cristiana (cattolica e protestante) la quale – per introdurre i suoi concetti – ha attinto a piene mani dal pensiero greco-ellenistico applicandolo a popoli che con quel pensiero non hanno mai avuto nulla che vedere.
Su quanto sia contraddittorio e illogico sostenere ancora queste tesi (formulate talvolta in modo addirittura ridicolo su una presunta base biblica) parlerò nelle prossime conferenze e non solo.

Mauro Biglino