Ecco cosa pensa Mauro Biglino delle nascenti religioni

religioniMi si chiede spesso cosa penso delle nascenti religioni/pseudoreligioni che fanno riferimento a ipotetiche identità provenienti da altri mondi.

Per risposta io faccio sempre questo esempio.

Facciamo finta che gli USA sbarchino sul nostro satellite e che la Luna sia abitata da seleniti primitivi. Questi vedono arrivare individui misteriosi, potenti, tecnologicamente avanzati, per cui li considerano dei “signori” saggi, degni di venerazione, temibili e dotati di conoscenze superiori in tutti gli ambiti.

Considerandoli “superiori”, chiedono loro di dire come “stanno le cose”.
Pongono le domande fondamentali sul “chi siamo, da dove veniamo, come ci dobbiamo comportare, dove andiamo dopo la morte”, ecc… ecc…
Gli astronauti USA rispondono in funzione delle loro conoscenze, espongono le loro convinzioni, e sulla base di queste informazioni i poveri seleniti costruiscono una forma di pensiero religioso attribuendogli un valore pressoché assoluto: possiamo immaginare che disastro ne viene fuori per quei malcapitati abitanti della Luna!?

Stiamo tranquilli, non c’è nessuna nuova religione (favola) da creare, dobbiamo divenire individui maturi, autonomi e razionalmente indipendenti, capaci di riflettere sempre a fondo su ciò tutto che ci viene raccontato.
A questo deve servire la conoscenza: a non cadere dalla padella nella brace.

Mauro Biglino