Non bisogna mai credere a nulla (nemmeno a me), ma sempre verificare!

Sto impostando le conferenze in un modo decisamente diverso.

Leggo ciò che dicono gli “altri” (teologia giudaico-cristiana, soprattutto i miei più acerrimi critici) e lo metto a confronto con l’Antico Testamento pubblicato dalle case editrici cristiane.

Chiedo a chi partecipa di portare la Bibbia (se ce l’ha, altrimenti va bene lo stesso) così procediamo con le verifiche “in diretta”. Non bisogna mai credere a nulla (nemmeno a me), ma sempre verificare: gli inganni sono già stati troppi. Bisogna soprattutto sempre divertirsi perché tanto con la Bibbia si può solo “fare finta che…”

Mauro Biglino

maxresdefault