Ecco un’altra delle traduzioni ballerine per far credere che la Bibbia parli di Dio

Dopo il post sui verbi al plurale tradotti al singolare, vediamo un’altra delle traduzioni ballerine finalizzate a fare credere che la Bibbia parli di Dio, angeli spirituali ecc..

Giudici, capitolo 6
Gedeone incontra un malack (angelo?) che si fa portare del cibo, lo fa deporre su una pietra e poi lo incendia con una fiamma prodotta da un oggetto a forma di bastone che tiene in mano.

Dopo il fatto stupefacente, dicono le traduzioni fatte dai traduttori teologi monoteisti giudaico-cristiani che il messaggero (6,21):

“scomparve dalla vista di Gedeone”
“svanì agli occhi di Gedeone”
“scomparve dai suoi occhi”

Le traduzioni trasmettono l’idea che l’angelo, in quanto entità spirituale (!?), sia svanito all’improvviso.

Il verbo ebraico è invece chiarissimo e non si presta ad alcuna interpretazione:

HALACH: “camminò via da…”
Cioè, dopo avere stupito il povero Gedeone con il suo oggettino tecnologico, se ne va molto semplicemente “camminando”.

Bello vero?

Mauro Biglino

bib