Mi consentite un ragionamento da ignorante che sente raccontare una storia?

uni dioIo non ho prove della esistenza degli alieni e di Dio non parlo mai perché non ne so nulla (in realtà nessuno ne sa nulla ma molti ne parlano come se sapessero).

Ho visto che talvolta, quando si parla di possibili alieni alcuni fedeli (non tutti) sorridono con una certa sufficienza e allora – facendo ESCLUSIVO RIFERIMENTO riferimento a QUEL DIO la cui figura è stata elaborata partendo dalla BIBBIA – mi chiedo:

in un universo con milioni di pianeti a cosa è più facile credere?

1) Alla possibilità di esistenza di altri esseri viventi

2) Alla esistenza di un Dio che crea l’universo;


dopo 15 miliardi di anni crea l’uomo perché lo ami e lo serva già sapendo a priori che quell’uomo avrebbe peccato e lui lo avrebbe dovuto punire con la morte; 
per ridargli una possibilità di vita eterna mette incinta una vergine però senza sverginarla;
questa vergine gli partorisce un figlio;
dopo alcuni decenni un popolo deve necessariamente massacrare e uccidere quel figlio per dare a suo padre la possibilità di resuscitarlo per tornare a dare a quell’umanità (assassina al massimo livello) la possibilità di godere della vita eterna.

E’ una domanda vera e non ironica o provocatoria e una cosa non esclude necessariamente l’altra: mi chiedo solo perché ridere della prima…

PS Fortunatamente per quel Dio padre, quel popolo ha deciso di assassinare suo figlio perché se lo avesse assolto lui non avrebbe potuto salvare l’umanità: già in passato avevo scritto che la Chiesa Cattolica dovrebbe santificare Giuda, Ebrei e Ponzio Pilato perché sono loro ad avere reso possibile il più grande dono che QUEL DIO avrebbe fatto all’uomo: la possibilità di godere della vita eterna.