“Gli UFO esistono e la Bibbia li conosceva” nuovo articolo di Mauro Biglino

Il sabato giudaico e la domenica cristiana sono stati istituiti per liberare l’uomo dalle incombenze quotidiane e regalargli tempo per lo studio e la riflessione.

Ne facciamo tesoro.

Mons. Corrado Balducci ripeteva :“Gli UFO esistono e la Bibbia li conosceva”

Il Reverendo Presbiteriano Padre Barry Downing scrive: “La religione mosaica è il frutto di un incontro con un UFO guidato da intelligenze extraterrestri”

Il teologo cattolico Prof. Armin Kreiner scrive che la “questione degli alieni non è più eludibile da parte della dottrina cristiana”.

Noi ora:

“Facciamo finta” che Adamo ed Eva siano stati davvero i progenitori dell’umanità.

“Facciamo finta” che abbiano davvero commesso il peccato originale.

“Facciamo finta” che, come dice la dottrina, la sofferenza e la morte siano arrivate sulla Terra come conseguenza del peccato originale.

Ciò detto ci poniamo delle domande.

Se esistono altri pianeti abitati, la sofferenza e la morte sono arrivate lì SOLO DOPO il peccato di Adamo ed Eva?

Se invece il peccato originale ha influenza solo sulla Terra dobbiamo pensare che su altri pianeti la sofferenza e la morte non esistano?

Oppure su altri pianeti la sofferenza e la morte sono state determinate da altrettanti “peccati originali” commessi da altri Adami ed Eve?

L’atto salvifico e redentore di Cristo vale solo per la Terra o per l’universo intero?

Il figlio di Dio si incarna, muore e risorge solo su quei pianeti in cui viene commesso il peccato originale?

E se su altri pianeti il “peccato originale” verrà commesso in futuro da esseri intelligenti che oggi ancora non esistono? Tornerà ad incarnarsi anche lì o l’atto salvifico che ha compiuto vale anche per chi peccherà in futuro?

Queste sono domande che si pongono coloro che si occupano quotidianamente di questi temi (compresi molti teologi) e se qualcuno afferma che è inutile parlare di alieni perché tanto non ne sappiamo nulla, ricordo che il teologo Prof. Armin Kreiner scrive che, se le cose stanno così, dobbiamo anche smettere subito di parlare di Dio perché anche di lui “nessuno sa nulla”.

C’è di che riflettere davvero!

^____^

Mauro Biglino

Segui Mauro Biglino anche su Facebook e su Twitter!