Giacobbe benedice i figli di Giuseppe

(cfr. Gen 48,13 e segg.) Siamo alla fine del libro della Genesi, il patriarca Giacobbe è ammalato e il figlio Giuseppe si reca da lui portandogli i suoi due figlioletti: Efraim e Manasse.

Dopo aver gioito per la possibilità che gli era stata data di vedere addirittura i figli di suo figlio, Giacobbe/Israele procede alla loro benedizione. Giuseppe, padre dei fanciulli, pone i due di fronte al patriarca nella posizione che riteneva corretta per la trasmissione dei diritti di primogenitura: fa quindi porre (Gen 48,13) Manasse alla destra di Giacobbe ed Efraim alla sua sinistra.

Lucifero

La tradizione religiosa ha di fatto realizzato una fusione tra Satana e un’altra figura angelica conosciuta con il nome di Lucifero.

Questo termine significa “Portatore di luce” e deriva dal latino lucifer (composto da lux, “luce”, e ferre, “portare”) e dal greco phosphoros (phos, “luce”, e pherein, “portare”); viene usato spesso per definire il pianeta Venere, che compare all’alba anticipando così la luce del giorno.