UFO e testi medievali

A proposito di UFO nel passato ho avuto il privilegio di esaminare un testo stampato a Basilea nel 1556 e che riporta una serie di eventi strani, mostruosi ed anche mirabolanti.

Tra questi vi è anche il breve racconto dell’avvistamento di un UFO avvenuto… nel 1479 nei cieli d’Arabia. La descrizione in latino dice che era “sicut cometa…” e prosegue “come cometa in forma di cilindro con una punta e tanti fori sul lato…”.

Preciso che il termine latino ‘cometa’ è una forma meno usata (e forse medievale) rispetto al termine usuale ‘cometes’ della lingua latina classica.

L’illustrazione che accompagnava la descrizione era il disegno di un vero e proprio razzo cilindrico con punta ogivale e numerosi oblò.

II collezionista – che è anche proprietario di numerosissimi antichi e stupendi volumi di astronomia che ho potuto vedere – mi ha detto che si tratta della prima rappresentazione “a stampa” di un vero e proprio UFO. Sono rimasto veramente colpito da ciò che ho visto e ritengo che siamo di fronte ad un vero e proprio avvistamento molto ravvicinato – data la precisione con cui gli oblò erano rappresentati – oppure abbiamo il racconto di un fantasioso Jules Verne arabo ‘ante litteram’.

In ogni caso si tratta di un documento decisamente interessante.

Mauro Biglino

Unisciti anche alla sua Pagina di Facebook, clicca qui.